Opel Blitz con Obice SFH18 - 150 mm

Opel Blitz
L´Opel Blitz è un autocarro prodotto dalla Opel dal 1937 al 1973.

Entrato in produzione nel 1937, le sue caratteristiche progettuali sono tipicamente di scuola statunitense, visto che la Opel era stata assorbita dalla General Motors nel 1929.
Il motore, sei cilindri a benzina, è un Buick costruito su licenza in Germania. Dal suo telaio vennero ricavati innumerevoli allestimenti, da quelli classici per trasporto merci alle versioni chiuse furgonate a quelle fornite con cassone e telo per passare alle versioni autobus o per usi specifici come ad esempio mezzi antincendio.


VERSIONE MILITARE


SS-Panzer-Division "Hitlerjugend


Nella versione da 3 tonnellate fu il principale autocarro tattico tedesco della seconda guerra mondiale nonostante che nella sua versione base, la pià diffusa, fosse un mezzo 4x2; della versione 4x4 ne vennero costruiti invece 25.000 esemplari.
La sua caratteristica pià famosa era quella di avere le ruote posteriori doppie, in un tentativo di diminuire la pressione specifica sul terreno senza aggiungere un terzo asse, ma i risultati non furono pienamente all´altezza dei veicoli a tre assi. Gli ultimi modelli prodotti durante il conflitto vennero costruiti con carrozzeria in legno e l´abitacolo in legno e cartone pressato, il tutto per ovviare alla scarsità di materie prime.
Altre versioni compresero mezzi comando, autoambulanze, lavanderie da campo ed altro ancora.
Alcuni esemplari di Opel Blitz vennero modificati per poter costituire i così detti “Gaswagen”, utilizzati dai nazisti come camere a gas.
Molti esemplari vennero ceduti dalla Germania all´alleato italiano ed impiegati dal Regio Esercito e dalla Regia Aeronautica.

Caratteristiche tecniche Opel Blitz "S" del 1937
• Passo: 3,60 m
• Motore: Opel ciclo Otto sei cilindri da 3.626 cc
• Potenza max: 75 CV
• Trasmissione: 5 velocità avanti + retro
• Sospensioni: Assali rigidi con balestre
• Portata: Oltre 3 tonn
• Pneumatici: 190-20 (oppure 7,50-20 su gemellate posteriori)

(Informazioni tratte da Wikipedia)

Il MODELLO
Modello in scala 1:16 della Asiatam completamente in metallo.
• Motore 540 trazione 4x4
• Luci
• Suono motore a benzina 6 cilindri



OBICE 15cm SFH18
L´obice tedesco standard della Wehrmacht, l´SFH 18 15 cm. era una valida arma nella sua categoria, anche se non eccezionale.

La sua origine ebbe luogo in modo assai originale. La Krupp e la Rheinmetall-Borsig erano le principali produttrici di artiglierie tedesche dall´inizio del XX secolo. Negli anni venti si dedicarono allo sviluppo di una nuova generazione di armi, mentre il piccolo esercito tedesco non poteva al momento assorbirne un elevato quantitativo.
Per far sì che le armi adottate fossero sempre le migliori possibili, le forze armate tedesche furono abbastanza scaltre da invitare sempre entrambe ai concorsi per i nuovi cannoni e obici. Così, quando si trattò di scegliere un nuovo obice divisionale, dotato di maggiore gittata rispetto a quelli della Prima guerra mondiale, vennero presentati progetti validi da parte di entrambe le ditte. Si trattava di uno dei più importanti programmi di riequipaggiamento per le forze armate tedesche e alla fine gli ufficiali della commissione tedesca scelsero un compromesso, una bocca da fuoco della Rheinmetall, incavalcata su affusto Krupp. Questo avvenne nel 1933, anno cruciale per l´arrivo al potere di Hitler.
Nel tempo, questa artiglieria cambiò leggermente. I primi complessi erano scomponibili in 2 carichi, ippotrainati. Quando però arrivarono i semicingolati in servizio, venne prodotta una versione trainabile su strada in un unico carico.
La struttura di questa artiglieria era robusta e affidabile, con una bocca da fuoco in un affusto basso e compatto, ruote in acciaio stampato con fori di alleggerimento, mentre il congegno di recupero idropneumatico era sopra la bocca da fuoco in un unico elemento coassiale. Sebbene definito un obice, esso aveva un alzo ridotto a +45 gradi, insufficiente per la definizione di obice, che restava relegata alla presenza di 6 cariche di lancio per variare la gittata a parità di alzo.

Sviluppi
In servizio queste armi si dimostrarono formidabili pezzi di artiglieria divisionale, mentre altre nazioni avevano per ruoli analoghi solo cannoni da 75mm. e obsoleti obici da 100-105mm. La granata da 43,5 kg aveva un effetto potente anche su fortificazioni robuste.
Durante l´invasione dell´URSS, nel 1941, i tedeschi si accorsero che le loro artiglierie erano dotate di una gittata inferiore rispetto a quella sovietiche ed erano anche inferiori in mobilità dato il peso elevato e le ruote prive di pneumatici (sui cerchioni vi era solo uno strato gommato).
Si cercò di rimediare, con l´aumento di cariche di lancio, da 6 a 8, ma questo comportò sforzi eccessivi per l´affusto, logorio della bocca da fuoco e un modesto miglioramento delle prestazioni.
Fu successivamente introdotto un nuovo tipo di proiettile, il 15 cm R. Gr. 19 FES il primo proiettile assistito a razzo sparabile da una comune bocca di fuoco, che permetteva una gittata di 18200 m, simili ai cannoni russi di questo tipo.
Un modo per migliorare le possibilità d´azione dell´obice era quello di farlo volare: gli enormi motoalianti Me 323 potevano portarne uno, con tanto di trattore.
Alcuni vennero forniti agli alleati Italiani, che lo rinominarono obice da 149/28. Il Regio Esercito aveva adottato l´obice da 149/19, sensibilmente più avanzato (a fronte di un peso minore di 500 kg e di una canna molto più corta, sparava fino a oltre 15 km, cioè 2 km in più rispetto al pezzo tedesco), ma fu realizzato con molti anni di ritardo, tanto che esso non entrò in servizio in quantità rilevanti fino al 1942.

Caratteristiche tecniche
• Tipo: cannone
• Utilizzatori: Wehrmacht
• Costruttore: Krupp e Rheinmetall-Borsig
• Entrata in servizio: 1933
• Peso: 5.500 Kg in batteria - 6.300 Kg in assetto di marcia
• Lunghezza canna: 4,44 mt
• Calibro: 149 mm
• Tipo munizioni: Granata esplosiva
• Peso proiettile: 43,5 Kg
• Velocità alla volata: 495 m/s
• Gittata massima: 13.250 mt
• Elevazione: -3/45°
• Angolo di tiro: 60°

(Informazioni tratte da Wikipedia)

IL MODELLO
Modello è in scala 1:16 della MERIT in plastica.
• Modifica assali in metallo


Roberto M.
Alcune foto: