Scorta Area
Spitfire MKIIa - Hurricane MKIIc
Lancaster B MKI

1 / 37
2 / 37
3 / 37
4 / 37
5 / 37
6 / 37
7 / 37
8 / 37
9 / 37
10 / 37
11 / 37
12 / 37
13 / 37
14 / 37
15 / 37
16 / 37
17 / 37
18 / 37
19 / 37
20 / 37
21 / 37
22 / 37
23 / 37
24 / 37

Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Spitfire MKIIa
Hurricane MKIIc
Hurricane MKIIc
Hurricane MKIIc
Hurricane MKIIc
Hurricane MKIIc
Hurricane MKIIc
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI
Lancaster B MKI - Seguono altre foto a fondo pagina ...

L’ORIGINALE - SUPERMARINE SPITFIRE MKIIa

Il Supermarine Spitfire fu un caccia monoposto monomotore ad ala bassa, prodotto dalla ditta britannica Supermarine Aviation Works negli anni trenta e quaranta.
Impiegato in Europa, Nord Africa, Australia e Asia, divenne uno degli aerei-simbolo della Seconda guerra mondiale soprattutto per il suo efficace e decisivo contributo alla vittoriosa resistenza inglese all’aggressione tedesca, durante la Battaglia d’Inghilterra.
Nella Battaglia d’Inghilterra, condivise con lo Hawker Hurricane il difficile compito della difesa del territorio dagli attacchi della Luftwaffe. Impiegato dalle aviazioni di numerosi paesi alleati è stato l’unico caccia alleato prodotto per tutta la durata della guerra
Realizzato in una quarantina di versioni diverse, è probabilmente l’aereo con evoluzione progettuale e costruttiva superiore a qualsiasi altro modello, in tutta la storia del volo.
Vennero prodotti 20351 esemplari fino al 1947, quando l’ultimo Mk.24 uscì dalle linee di montaggio. Dopo la guerra fu ancora a lungo impiegato dalle forze aeree di Francia, Paesi Bassi, Grecia, Turchia, Belgio, India, Italia e Cecoslovacchia.
L’ultima missione operativa di prima linea della RAF fu compiuta il primo aprile 1954 da uno Spitfire ricognitore PR19 del No. 81 Squadron RAF.
Lo Spitfire continuò ad essere utilizzato ancora per tre anni dal Temperature and Humidity Flight, per misurazioni meteorologiche, fino al giugno 1957, quando fu congedato.
È stato considerato dall’asso britannico Johnnie Johnson «il miglior caccia difensivo convenzionale della guerra».
Fonte: Wikipedia

Dimensioni e pesi
Lunghezza: 9,12 m
Apertura alare; 11,23 m
Altezza: 3,73 m
Superficie alare: 22,48 m² (242,1 ft²)
Peso max al decollo 2.846 kg

Propulsione
Motore: 1 Rolls-Royce Merlin Mk.XII
Potenza: 1.175 hp

Prestazioni
Velocità max: 595 km/h
Autonomia: 636 km
Tangenza: 9.900 m

Armamento:
8 Browning calibro .303 in (7,7 mm) con 350 colpi ognuna


L’ORIGINALE - HAWKER Hurricane MKIIc

L’Hawker Hurricane è stato il primo caccia britannico moderno prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Fino al 1941 l’Hurricane fu l’aereo da combattimento più largamente usato dalla Royal Air Force e quello che sostenne l’urto dei primi scontri con i velivoli della Luftwaffe nei cieli della Francia e della Gran Bretagna.
Quasi 3.000 aerei di questo tipo vennero consegnati all’Urss, per la legge affitti e prestiti, ma i piloti sovietici furono in genere molto critici con il caccia della Hawker, ritenuto inferiore, non solo ai caccia tedeschi, ma anche ai propri
Progettato inizialmente da Sidney Camm come un "Hawker Fury monoplano", mosso da un motore Goshawk e dotato di un carrello di atterraggio fisso con le ruote carenate, l’Hurricane fu ben presto modificato, già in fase di progetto, in modo da poter ospitare il molto più potente motore PV.12 (Merlin), fu dotato di un carrello d’atterraggio retrattile e armato non più con quattro mitragliatrici da 0.303, ma con otto, una soluzione inedita fino ad allora.

Rispetto al più famoso Supermarine Spitfire, che tra l’altro montava lo stesso motore Merlin, era più lento, ma dalla sua aveva una maggior robustezza, semplicità (alcune parti dell’aereo avevano superficie telata) ed economia di servizio. Le caratteristiche tecniche erano, rivestimento intelato a parte, quelle di un caccia monoplano moderno: carrello retrattile triciclo, abitacolo chiuso, motore Merlin II da 1030 HP a 12 cilindri a V e raffreddato a liquido, predisposizione per la radio e un armamento di 8 Browning da 7,7 mm, che consentivano di sparare fino a 10.000 proiettili al minuto (1,8 kg/s di proiettili). Il rivestimento era in larga parte in tela verniciata, tranne che nella parte anteriore della fusoliera e l’ala.
L’elica era inizialmente bipala in legno ma presto venne sostituita da una tripala metallica.
Fonte: Wikipedia

Dimensioni e pesi
Lunghezza: 9.84 m
Apertura alare; 12.19 m
Altezza: 4.0 m
Superficie alare: 257.5 ft² (23.92 m²
Peso a vuoto: 2.605 kg
Peso max al decollo 3.950 kg

Propulsione
1 × Rolls-Royce Merlin XX
Potenza: 1.185 hp

Prestazioni
Velocità max: 547 km/h
Autonomia: 965 km
Tangenza: 10.970 m

Armamento:
4 × 20 mm (.79 in) Hispano MKII
2 Bombe da 110 o 230 kg


L’ORIGINALE - AVRO Lancaster B MKI


L’Avro 683 Lancaster era un bombardiere pesante quadrimotore ad ala media progettato e costruito principalmente dall’azienda britannica Avro.
Utilizzato dalla RAF a partire dal 1942, assieme all’Handley Page Halifax fu il principale bombardiere strategico della RAF e delle altre forze aeree dei paesi del Commonwealth. Venne utilizzato principalmente come bombardiere notturno.

Il Lancaster entrò in servizio con il No.44 Squadron della RAF a Waddington nel dicembre 1941, ed ebbe il suo battesimo del fuoco il 3 marzo 1942, procedendo per tutta la durata della guerra e arrivando a totalizzare 156.000 missioni, delle quali 107.085 sulla Germania, per le quali furono necessari 608.612 t di bombe e più o meno un miliardo di litri di benzina.
3.936 Lancaster furono perduti in combattimento, ma ciò non indica che l’aeroplano presentasse particolari carenze, quanto il fatto che fu oggetto di impiego intensissimo e in condizioni difficili. Il tasso di perdite risultò di un aereo ogni 39,6 missioni, uno tra i più favorevoli, così come risultò particolarmente elevato il carico di bombe medio per missione, pari a 3,9 t.
Non è assolutamente esagerato definire il Lancaster uno degli strumenti decisivi della vittoria alleata, con il conseguimento di risultati eccezionali come l’affondamento della corazzata Tirpitz o la distruzione del viadotto di Bielefeld con le bombe "Tallboy" o "Grand Slam", nonchè la più volte celebrata distruzione delle dighe sui fiumi Möhne, Eder e Sorpe tramite le "bouncing bomb". Nella maggior parte di queste imprese, i "Lanc" (o "Lankie", com’erano soprannominati dai propri equipaggi) riuscirono dove qualsiasi altro tipo di aereo aveva fallito.

I Lancaster continuarono a prestare servizio nella RAF ancora per qualche tempo dopo la fine della seconda guerra mondiale, per essere poi rilevati dai Lincoln. Argentina, Australia, Canada, Francia ed Egitto impiegarono questo bombardiere anche nel dopoguerra.
Fonte: Wikipedia

Dimensioni e pesi
Lunghezza: 21,11 m
Apertura alare: 31,09 m
Altezza: 6,25 m
Superficie alare: 120,5 m²
Carico alare: 240 kg/m²
Peso a vuoto: 16.571 kg
Peso max al decollo: 32.727 kg di cui 10.000 kg di bombe

Propulsione
Motore: 4 Rolls-Royce Merlin XX
Potenza: 1.185 hp ciascuno

Prestazioni
Velocità max: 455 km/h
Autonomia: 4.073 km
Tangenza: 6.523 m con peso 28.576 kg

Armamento:
Mitragliatrici: 8 Browning calibro .303 in (7,7 mm) in 3 torrette

Bombe:
6.350 kg (14.000 lb) o
1 Grand Slam da ~10 ton o
1 Tallboy da 5.443 kg


I modelli

Scatola di montaggio Airfix in scala 1/72 della serie BBMF collection

Il Kit comprende uno Supermarine Spitfire MKIIa, Un Hawker Hurricane MKIIc e un Avro Lancaster B MKI
I tre modelli sono poi montati su un piedistallo anch’esso fornito nel kit
Gli aerei sono stati montati da scatola senza modifiche o varianti, Colori Humbrol

    ... continua ...
    














Alessio M.
 




Home Page